GEAGEA

Tag : impresa pulizie oderzo

LE CEMENTINE

Le cementine sono piastrelle che erano di moda qualche decina di anni anni fa. Sono composte da due strati: il primo strato di base di cemento e sabbia e spesso circa due centimetri ed il secondo spesso due millimetri composto da cemento, sabbia finissima e pigmenti (detto pastina).

Sono dunque da evitare lavaggi acidi perché intaccherebbero la superficie e la renderebbero opaca. Un tempo le cementine venivano posate senza lucidarle e tirarle a piombo. Venivano semplicemente trattate con olio di lino per renderle idro e oleo repellenti. In questa situazione trattarle con la cera metallizzata o con moderni sigillanti non è da consigliarsi perché non riuscirebbero ad aggrappare e sfoglierebbero.

Pertanto la pulizia di fondo va effettuata con un decerante o un detergente sgrassante e apposito pad. Dopodiché dobbiamo capire se il pavimento è stato trattato con olio di lino o altro. Per capire questo basta passare la mano sul pavimento e sentire se da una sensazione setosa o versare dell’acqua per vedere se resta in superficie formando goccioline o se il pavimento la assorbe velocemente.

Fatte queste operazioni si procede con il trattamento più idoneo, con prodotto antimacchia impregnante nel caso in cui il pavimento sia stato trattato o con prodotto sigillante antimacchia nel caso in cui non sia stato trattato.

 

GEA

PULIZIA CANCELLI E CANCELLATE

Spesso nei cancelli si depositano strati di sporco di differente natura dallo smog alla polvere e con il passare del tempo anche ruggine e muschio.

Intervenire quindi con un prodotto sgrassante modulando l’aggressività del prodotto in base alla resistenza della vernice. Ricordiamo di effettuare sempre una prova su un angolo prima di procedere con la pulizia dell’intera superficie. Strofiniamo con un panno antigraffio e dopo aver fatto agire il prodotto sciacquiamo con abbondante acqua.

La ruggine si elimina con un prodotto acido. Ricordatevi i passaggi elencati sopra e il gioco è fatto.

 

GEA